I viaggi naturalistici di Massimo Boyer

A noi sub piace immergerci in siti remoti, su reef incontaminati, per osservare specie e fenomeni biologici che pochi hanno visto.

 

Ban01

Magari per fotografarli e portarne a casa un ricordo eterno sul supporto digitale. Ma siamo sicuri di capire per bene tutto quello che vediamo? Di saperlo fotografare nel migliore dei modi possibili?

I viaggi naturalistici di Massimo Boyer mettono assieme proprio questi elementi: l’esplorazione approfondita dell’ambiente marino (dal lato biologico) e la fotografia naturalistica, come mezzo per documentare specie e fenomeni.

Ban07

Solo con la partecipazione al nostro programma esclusivo, potrete:

– visitare i siti più interessanti del mondo gomito a gomito e sentendoli raccontare dalla viva voce di uno dei biologi marini e divulgatori attualmente più importanti in Italia.

– partecipare a un workshop sulla fotografia naturalistica subacquea, tenuto direttamente sul campo da Massimo Boyer, per imparare i segreti della fotografia direttamente da un professionista, per discutere e migliorare i vostri risultati sul campo, per imparare come fotografare gli abitanti del mare.

07.18 copy - Copy

Il programma è venduto da Nosytour e da Kudalaut Viaggi.

Per info e prenotazioni, collegatevi con uno dei due siti web, il link è qui sopra.

 

Massimo Boyer, collaboratore fisso di questo sito, autore di libri di successo come Atlante di flora e fauna del reef, La fotografia naturalistica subacquea e Scilla, e di oltre 500 articoli su riviste specializzate, da molti anni utilizza la fotografia subacquea come punto di partenza per introdurre e rendere gradevoli temi di biologia marina. Trovate i libri in vendita su Scubashop.

Filed Under: BioDive DestinationsfeaturedNews

About the Author: ScubaZone è un nuovo progetto editoriale scaricabile o sfogliabile gratuitamente dal sito ScubaZone.it - Più di 100 pagine a numero, autori di prestigio, qualità grafica elevata, interattività, accessibile da tutti i dispositivi web: computer, tablet e smartphone.

RSSComments (0)

Trackback URL

Scrivici cosa pensi di questo articolo




*