Black water all’ Agusta Eco resort

pubblicato in: News | 0

Un tramonto incandescente colora il cielo di tutte le sfumature del rosso fino al più tenue arancione mentre il sole lentamente affonda in un mare blu cobalto . Siamo seduti al pontile dell Agusta Eco Resort , in silenzio davanti a un tale  spettacolo , aspettando il buio della notte che all’equatore arriva in un attimo . Ci attende una black water, ovvero una immersione notturna in mezzo al mare lontana dalla costa e su un fondale profondo.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Oggi la giornata è perfetta : infatti il mare calmissimo con poca se non nulla corrente è il presupposto per questa  immersione , alla ricerca di forme di vita che non si vedrebbero altrimenti. Esseri plantonici minuscoli , larve di pesci in via di sviluppo , pesci pelagici notturni sono il nostro obiettivo , creature strane e a volte ancora sconosciute che compiono una migrazione notturna verticale da fondali molto profondi , anche centinaia di metri , in cerca di acque più ossigenate e ricche di nutrimento ma anche per riprodursi.

Finalmente lasciamo l’isola e portati da una barca spaziosa e comodissima raggiungiamo dopo alcuni minuti di navigazione il fondale perfetto. Il mare profondo rende impossibile l ‘ ancoraggio perciò filiamo fuoribordo una grande boa ( dotata di  luce  stroboscopica per sicurezza ) collegata a una cima di circa 15 metri al cui  termine leghiamo un faro molto potente per attirare le nostre prede.

Articolo intero su scubazone 46

 

Lascia una risposta


*