Calafuria: il miglio magico

pubblicato in: News | 0

A sud di Livorno, incastonata tra la frazione di Antignano e quella di Quercianella si trova la scogliera del Romito.

Le due antiche torri di avvistamento, poi trasformate in villini Liberty, sono chiamate dai locali con l’immaginoso epiteto di “castello”: il  “Castello del Boccale” e il “Castello del Sonnino”  delimitano i gli estremi della scogliera.

murena_frontale copia

Il punto di immersione più famoso (e accessibile) di questa parte di costa è sicuramente la caletta di Calafuria, ed è per questo che tutte le immersioni effettuate in questa zona sono comunemente denotate come fatte “a Calafuria”. Questo anche se magari non si è partiti da terra, ma ci si è immersi partendo da una comoda barca di uno dei diving della zona.  La scogliera è molto alta, in certi punti 15-20 metri sul mare e regala per questo scenari suggestivi.  Quello che invece offre la cala di Calafuria è un’insenatura tranquilla, dove l’accesso al mare è protetto e più agevole .

Per le sue particolarità la parte sottomarina della scogliera del Romito, “Calafuria” è un magnete per tutti i subacquei della zona. In particolare, la ricca fauna bentonica che vi si trova rappresenta un unicum per varietà e quantità;  per questo viene a volte indicata come “Il miglio magico”.

 

La Morfologia

Fuori dall’acqua la scogliera si estende per un paio di chilometri di lunghezza. Sott’acqua,  la parete si spinge per quasi 200 metri dalla costa prima di arrivare al fondo. La discesa degrada  tra balze e terrazze fino ad appoggiarsi sul fondale alle quote dei 40-45 metri. I pianori più vicini alla superficie sono occupati da una lunghissima prateria di posidonia che corre in direzione sud est. Invece  muovendosi trasversalmente alla striscia di erba sottomarina, in direzione del mare aperto, si raggiunge il punto in cui le pareti di roccia si rivelano per poi scendere fino alla massima profondità raggiungibile. A seconda del punto, si possono trovare pinnacoli, terrazze o pareti che cadono in verticale, formando una gamma di anfratti e canyon in grado di rendere ogni immersione a Calafuria un’esplorazione.

 

La Biologia

Ogni profondità ha le sue particolarità e  i suoi abitanti. Il primo bioma è rappresentato dal regno della posidonia.

 

L’articolo completo è su ScubaZone 56

Lascia una risposta


*