Esce La Fotografia Naturalistica Subacquea di Massimo Boyer

pubblicato in: Marketplace | 1

Cos’è un manuale di fotografia naturalistica subacquea? Ma soprattutto, a che serve, a chi serve?

Viviamo nell’era dell’immagine, siamo sommersi, aggrediti, circondati da un eccesso di immagini. Siamo abituati a scattare le nostre fotografie con il telefonino, con il tablet… ormai apparentemente nemmeno la macchina fotografica sembra necessaria. Ma quando si tratti di fotografare la natura, e specialmente gli animali piccoli e grandi che rallegrano le nostre immersioni, dobbiamo cercare di recuperare una dimensione più naturale della fotografia, con un occhio agli aspetti artistici di ciò che stiamo per fare, un occhio sugli aspetti scientifici, e con le nozioni di tecnica affidate alla memoria.

Fotografia naturalistica cop

La fotografia naturalistica subacquea serve a insegnare a tutti gli aspiranti fotografi della natura subacquea come fotografare meglio gli animali e le piante che popolano le nostre immersioni. Come cercare il soggetto migliore, come comporre la fotografia isolando il soggetto dallo sfondo, come domare la tecnica per sfruttare le occasioni, come scegliere i dettagli più significativi che raccontano qualcosa di come vive il nostro soggetto, come arrivare a fotografare gli animali mentre fanno qualcosa, a fotografare il comportamento.

Serve a stimolare il fotografo più esperto e scafato a osservare con attenzione la natura e a fotografarla meglio, partendo dal principio che non dobbiamo omologare il nostro stile, dobbiamo fotografare lo stesso soggetto ciascuno a modo suo, in modo che la fotografia diventi veramente uno strumento per documentare la diversità del mondo vivente, e metta la tecnica al servizio della scienza strizzando l’occhio all’arte.

Non basta, e lo diciamo sinceramente, a chi debba imparare le basi, l’ABC della tecnica fotografica. Per questo esistono fior di manuali che vi spiegheranno tutto sulla luce e su come si modifica sott’acqua, su tempi e diaframmi, sul flash e sul  bilanciamento del bianco, in poche parole su come dipingere con la luce (o fotografare, è lo stesso), sopra e sotto l’acqua. Questo libro è dedicato a chi sa già tenere in mano una macchina fotografica.

182 immagini a colori tutte raccontate nei dettagli tecnici, spiegate dal punto di vista scientifico e svelate artisticamente.

Massimo Boyer, nato a Pinerolo nel 1961, vive a Celle Ligure. Biologo marino e fotografo, libero professionista, è un esperto subacqueo con oltre 5000 immersioni all’attivo in tutti i mari del mondo. Collabora con l’Università Politecnica delle Marche in progetti di educazione e ricerca.

Ha pubblicato oltre 200 articoli su riviste specializzate nel settore subacqueo e 3 libri, è scientific editor della nuova rivista on-line Scubazone.

La sua agenzia, Kudalaut viaggi, organizza viaggi subacquei in tutte le parti del mondo, con particolare attenzione verso l’aspetto naturalistico. Quest’anno ha in programma interessanti viaggi/stage di fotografia.

Per acquistarlo dall’autore

 

Una Risposta

  1. Immacolata Moccia
    |

    Complimenti all’ autore, il libro mi è piaciuto molto, è interessante e tecnico, è stato bello scoprire i dettagli tecnici di ogni foto scattata, scoprire le nozioni dell’ arte della fotografica che tanto ero interessata a scoprire e che l autore ha saputo spiegare in modo eloquente.

Lascia una risposta


*