Fotografare un banco di pesci

pubblicato in: News | 0

Trovarsi in mezzo ad un banco di pesci è una delle cose più emozionanti che si possa fare sott’acqua. Avvicinarsi cercando di fare meno bolle possibile e stare molto tranquilli muovendosi con calma fino ad arrivarci in mezzo è fattibile, e neppure troppo difficile. La cosa più difficile è rendere l’idea di queste emozioni in una fotografia.

_CUM5281rid

Ci sono due metodi per fotografare un banco di pesci. Il primo è quello di stare lontano e riprenderlo nella sua totalità. Per fare questo dobbiamo lavorare praticamente a luce ambiente, e naturalmente la luce migliore si ha quando la distanza dalla superficie è poca, in maniera da avere tutto lo spettro colorato e anche parecchia luce solare a disposizione, cosa che  invece è molto più difficile in profondità o in zone dove le acque sono comunque più scure come in Mediterraneo. Se ci troviamo in queste condizioni le  cose si complicano  e per riuscire a fotografare al meglio bisogna riuscire ad avvicinarsi e semmai illuminare con un colpo di flash.

 

Non è facile rendere le proporzioni del banco: un sistema è utilizzare degli elementi misurabili come per esempio un subacqueo oppure un pesce predatore.

 

Un buon punto di ripresa si ottiene stando davanti al banco, per riprenderlo come se stesse per travolgerti, e trasmettere la sensazione di essere travolto allo spettatore della fotografia.

 

Articolo completo su ScubaZone 55

Lascia una risposta


*