Gav SCUBAPRO HYDROS PRO: prova sul campo

pubblicato in: News | 0

Ecco un bel GAV, minimalista il giusto, comodo da indossare, leggero da trasportare, a sacco posteriore, ideale per subacquei ricreativi esperti ma tutto sommato semplice e immediato da usare per tutti. Il design modulare per la verità consente di aggiungere parti e trasformarlo, secondo la necessità, da GAV da viaggio minimalista e leggerissimo a strumento un po’ più articolato. E bello, ma sì, anche l’occhio in fondo vuole la sua parte.

_BOY3384

Lo schienalino e l’interno dei cinghiaggi sono in Monprene, un materiale morbido, privo di cuciture, confortevole, che si modella attorno al tuo corpo, resistente, ma soprattutto rivestito internamente da un gel che aderisce dolcemente alla muta e non scivola verso l’alto. Confesso che ad una prima occhiata credevo avrei sentito la mancanza di un cosciale, ma con la giusta zavorra integrata il GAV sta perfettamente fermo e non scivola verso l’alto nemmeno quando si sta in superficie. Sia in superficie che sott’acqua l’assetto è perfetto, orizzontale durante gli spostamenti, è facile passare a una posizione verticale quando si aspetta in superficie, in galleggiamento positivo.

Il test completo è su Scubazone 53

Lascia una risposta


*