I premi Italiani a Marsiglia

pubblicato in: Foto-video Sub | 0

Si è appena conclusa a Marsiglia la quarantesima edizione del Festival Mondial de l’Image Sous-Marin.

Festival mondial de l'image sous-marine

La manifestazione, che molti conoscono ancora come “Festival di Antibes”, ormai da anni ha cambiato sede e si sta riaffermando come autentica cerimonia degli oscar della subacquea, premiando i migliori film, le fotografie, i libri, i siti web e tutto quanto è legato al mare e all’immagine, fissa e in movimento.

Tra i cortometraggi, il trio Daniele Iop, Manfred Bortoli e Massimo Boyer è andato vicino a bissare il successo dello scorso anno (quando Il gigante e il pescatore aveva vinto il primo premio). Il film di quest’anno, Il Viaggio (the Trip nell’edizione internazionale) ha vinto il secondo premio, la pinna (palme) d’argento.

DIA-037-FRIEDRICH-Tobias-01

Si tratta del racconto condensato in 15 minuti di un viaggio lunghissimo, attraverso tutti i mari e gli oceani del pianeta, che sottolinea i legami tra i diversi ambienti e i disastri compiuti dall’uomo che si amplificano lungo le vie d’acqua. Solo il finale svela l’identità del viaggiatore/narratore. L’edizione italiana sarà proiettata in anteprima nazionale il 23 novembre in occasione del My Shot Day a Binasco, con il commento di Massimo Boyer.

DIA-012-THIELE-Werner-09

Tra gli altri premiati, ricordiamo qui:

U455, il sottomarino scomparso, di Stepahne Begoin (ZED), Francia, con le immagini e la partecipazione di Roberto Rinaldi, primo assoluto nella categoria dei lungometraggi.

Claudio Gazzaroli (Svizzera) primo assoluto (Plongeur d’or) nella categoria portfolio di 10 foto, il premio più ambito tra i fotografi.

Premio Ocean Geographic per la migliore immagine di medusa a pari merito a Werner Thiele (Austria) e Domenico Roscigno (Italia).

Nelle serie di fotografie a tema (5 scatti sul medesimo tema), monopolio italiano con Giuseppe Piccioli Resta al primo posto, Domenico Roscigno secondo e Stefano Gradi terzo.

A Adriano Morettin va il premio Mediterraneo.

A Giuseppe Piccioli Resta il premio per la migliore foto di una conchiglia in vita.

PCO-026-MIGNON-Vanessa

E ancora voglio ricordare il premio a Steven Weinberg per la miglior guida del mondo subacqueo con il suo libro Decouvir la vie sous-marine – Mediterranée.

 PCO-008-MASSON DIA-012-THIELE-Werner-03 DIA-011-VAN-DER-HEIDE-Goos-04

Le foto sono tutte foto in concorso nel 2013, pubblicate per gentile concessione del Festival Mondial de l’Image Sous-Marine.

Lascia una risposta


*