I relitti giapponesi di Coron

pubblicato in: News | 0

Cri Il viaggio ci riserva un inizio rocambolesco: il volo Oman Air viene cancellato un istante prima di imbarcarci a causa dell’urto di un mezzo di terra contro l’aereo mentre si trovava nella piazzola di sosta a Malpensa.

In attesa di verificare i danni ci caricano su un pullman e, per la prima volta nella nostra lunga vita di milanesi, si dorme in hotel… a Milano! Si riparte il mattino seguente e si passa una seconda notte a Muscat, raggiungendo Manila esattamente 24 ore dopo.

Gigi Gli incastri studiati ad hoc, con l’aiuto dell’Agenzia franco-filippina www.asiaventureservices.com, sono saltati e bisogna rapidamente rimediare. Non senza difficoltà, riesco a sostituire la nave, che doveva portarci a Coron, con un volo aereo. Alla fine, spese in più e arrabbiature a parte, riusciamo a contenere il ritardo. Ad onore dell’incolpevole Compagnia Aerea va detto che, al nostro rientro in Italia, verremo risarciti, a norma di regolamento, per i disagi patiti.

Il resto è su ScubaZone 34
coron

Lascia una risposta


*