La crociera subacquea

pubblicato in: News | 0

Per molti subacquei viaggiatori la scelta di una vacanza in crociera o in resort si rivela spesso un dilemma di non semplice soluzione.

crociere

Da una parte ci sono i sostenitori dei resort, dei quali apprezzano le comodità, le possibilità di relax e l’opportunità di soggiornare con familiari e accompagnatori con i quali potersi dedicare alle escursioni, alla scoperta del territorio e delle culture locali.

Dall’altra ci sono gli irriducibili delle crociere subacquee, le quali offrono l’indiscutibile vantaggio di esplorare in pochi giorni molti siti di immersione non sempre raggiungibili da un villaggio turistico.

In questo articolo analizzeremo i pro e i contro di un viaggio in crociera, cercando di sfatare i pregiudizi ingiustificati di tante persone, semplicemente perché persuase da impressioni superficiali.

Un viaggio per esperti e principianti.

E’ abbastanza diffusa l’idea, specialmente da parte dei sub neo brevettati, che la crociera sia riservata solo ad esperti. Certamente alcune destinazioni richiedono almeno un brevetto advance e un numero minimo di immersioni certificate. Basti pensare, ad esempio, ai meravigliosi fondali delle Isole Brother’s e Daedalus in Mar Rosso, o agli impegnativi fondali Sudanesi, raggiungibili solo in crociera e consigliabili solo a divers con preparazione adeguata, a causa delle condizioni del mare e della corrente non sempre ottimali e delle profondità impegnative.

Articolo completo su Scubazone 52

Lascia una risposta


*