La storia del Concordia si arricchisce di nuovi contenuti

pubblicato in: News | 0

Mercoledì 9 dicembre ore 22.30. Si sta concludendo il webinar video Zoom dal titolo “Il relitto del piroscafo Concordia: la storia e le immagini”, organizzato dallo staff del Lorenzo Sub. Nel corso dei saluti finali, gli “speakers” si congedano da una settantina di partecipanti con la ripromessa di continuare nel 2021 l’attività di ricerca storica, culturale e scientifica, al fine di allargare le conoscenze e valorizzare questo relitto, presente nel Golfo della Spezia dal 1° ottobre 1945.

Davide_Devoti_targa_relitto_Concordiar

Giovedì 10 dicembre. Dalle prime ore della mattina arrivano sul mio telefono i complimenti e i cenni di compiacimento per l’evento della serata precedente, poi alle 9.30 arriva anche una mail. Vedo il mittente e la leggo in fretta: «…in merito a quanto da Lei richiesto, le comunichiamo che, nell’Archivio dell’Ufficio Storico della Marina Militare è presente la documentazione della M/N Concordia con la descrizione del sinistro avvenuto il 1° ottobre 1945. Certi di farle cosa gradita, …, le inviamo in allegato, la scansione della documentazione sopra descritta».

Ho un sussulto sulla sedia. Durante l’estate avevo ricercato fotografie storiche e notizie del sinistro del Concordia presso l’archivio dell’Ufficio Storico della Marina Militare a Roma, poiché una sintesi della nave è contenuta nell’elenco del volume “Navi mercantili perdute” edito proprio da USMM. In seguito avevo interpellato gli uffici della Capitaneria di Porto di La Spezia e poi, non trovando nulla, la Direzione Marittima di Genova poiché, essendo il sinistro avvenuto nel Golfo di La Spezia, questi dovevano essere gli uffici competenti di un’eventuale inchiesta. Nonostante la fattiva collaborazione dei dipendenti che si occupano della custodia dei documenti presso gli archivi storici, non avevo trovato notizie oltre a quelle che si trovano in rete. Neppure le ricerche condotte da Sondra Coggio, giornalista del Secolo XIX, presso la stampa locale nei giorni immediatamente successivi al 1° ottobre 1945, aveva dato i sui frutti, sino a quando, a settembre, a seguito della risonanza mediatica dell’evento di commemorazione del 75esimo anniversario di affondamento del Concordia, arriva un’imboccata dell’amico Andrea Bernabò. Mi invia un documento d’archivio, allegato al Bollettino d’Archivio dell’Ufficio Storico della Marina Militare del Settembre 2013.

 

Articolo completo su ScubaZone 54

Lascia una risposta


*