Mete Subacque: intervista con Elena Rugiati

pubblicato in: News | 0

Abbiamo intervistato Elena Rugiati, titolare del tour operator Mete Subacque, insomma qualcuno che ha il polso della situazione attuale. Siamo consapevoli di due cose: 1- che il viaggio subacqueo si evolverà, seguendo la tendenza del mondo post-COVID 19, e 2- che i tour operator, per il blocco dei viaggi, sono stati tra le categorie maggiormente danneggiate dalla pandemia.

foto1

Una sorta di selezione colpirà probabilmente chi non saprà adattarsi al cambiamento.

La situazione è in rapida evoluzione, può essere difficile tentare di fare delle previsioni. Ringraziamo Elena per averci provato, e le diamo la parola.

Elena, non ti chiedo quando potremo ricominciare a muoverci liberamente, per certe previsioni ci vorrebbe la famosa sfera di cristallo. Ti chiedo piuttosto:la gente secondo te ha voglia di ricominciare a viaggiare, e a visitare mete… subacque?

Assolutamente sì! Le persone hanno “fame di viaggiare”, ora più che mai per le condizioni di isolamento e del blocco della mobilità a cui siamo stati costretti. In questo lungo anno abbiamo mantenuto un contatto attivo con i nostri clienti, che hanno sempre confermato il desiderio di viaggiare, in generale attribuendo minore importanza alla destinazione specifica, a vantaggio dell’idea della vacanza sub come una vacanza sicura e rilassante .

L’articolo completo è su ScubaZone 55

 

Lascia una risposta


*