Riprendere in sicurezza: decalogo per subacquei arrugginiti

pubblicato in: News | 0

Dopo un lungo inverno e un ancor più lungo lockdown, l’astinenza da azoto è tanta. In questa primavera di clausura sono riusciti ad immergersi solo i subacquei che disponevano di una piscina profonda in casa o di un accesso al mare/lago/pozzanghera privato. Se non appartieni a questa fortunata categoria, hai bisogno di qualche consiglio per poter riassumere azoto, evitando sovradosaggi e altri fastidi.

 

subacquei arrugginiti

1- Le mute, sia umide che stagne, tendono a ritirarsi durante i periodi di inattività. Puoi tentare di perdere una taglia recandoti a piedi, sacca in spalla, al luogo d’immersione, ma solo se abiti ad almeno 300 km da lì. In alternativa, puoi affittare una muta ben sanificata presso il tuo diving di fiducia, o ricomprarla identica. Scoprirai che le fabbriche cinesi continuano a sbagliare le taglie occidentali. Sii cauto nel prevedere i tempi del tuo peso forma: potresti passare anni in affitto.

Articolo completo su ScubaZone 62

Lascia una risposta


*