Sud Africa: dalla False Bay alla Wild Coast

Sud Africa. La padrona incontrastata del Paese è la Natura, che offre la possibilità di svolgere molte attività, dai safari nei grandi parchi nazionali alle molteplici attività acquatiche, tra cui la subacquea.

sud africa

Il Sud Africa annovera tra i migliori siti d’immersione al mondo grazie alla confluenza di due importanti correnti, la corrente calda di Agulhas la quale scorre dalle coste indiane fino al versante africano orientale (Oceano Indiano) e la corrente fredda del Benguela che scorre dalla costa occidentale del Sud Africa e della Namibia verso nord e nordovest.

Da questo “incontro”, portatore di un enorme quantitativo di nutriente, è nato un ecosistema e una biodiversità di notevole ricchezza, dove troviamo: molluschi e mitili, coloratissimi nudibranchi  (ne sono stati stimati oltre 80 specie), colonie di corallo, i grandi pelagici, fra cui gli squali e i mammiferi marini, che insieme costituiscono il fulcro della catena alimentare.

 

Con oltre cento specie di squali, il Sud Africa si attesta fra le migliori destinazioni al mondo per numero e tipologie di immersioni offerte. In entrambi gli oceani, infatti, è possibile avvistare molte specie di squali, che possono differire a seconda dell’habitat e della quantità di nutrimento di una specifica area geografica, a parte il Grande Squalo Bianco presente invece  in tutte le coste sudafricane.

I punti di immersione più importanti si trovano nella zona del Capo, quindi nelle fredde dell’Oceano Atlantico, e nella zona orientale della “Wild Coast”, dove le acque dell’Oceano Indiano diventano più calde e temperate.

Articolo completo su Scubazone 45

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


*