Tovel e la leggenda del lago rosso

Il lago di Tovel è uno dei gioielli naturalistici del Parco Naturale Adamello – Brenta ed è il più grande lago naturale del Trentino ad un’altitudine di 1180 metri. Il lago fa parte del bacino idrografico del Noce-Tresengae, tutelato come Zona umida di importanza internazionale dallo Stato, in base alla Convenzione di Ramsar del 1980.

scubazone
Tovel è conosciuto come ‘lago rosso‘ per la colorazione di alcune alghe che gli facevano assumere un colore rosso durante i mesi più caldi. Questo almeno fino agli anni ’60, poi purtroppo, a parte qualche sporadico episodio, la concentrazione di queste alghe non è più stata sufficiente per dargli questa colorazione ma le gelide acque verdi lo rendono comunque uno dei più suggestivi laghi di montagna e una delle mete più ricercate della Val di Non. La causa potrebbe essere dovuta alla mancanza del carico organico proveniente dalle mandrie negli alpeggi vicini al lago.

La leggenda narra che anticamente viveva nella zona la principessa Tresenga figlia dell’ultimo re di Ragoli che morì senza lasciare eredi maschi. La principessa veniva chiesta in moglie da molti pretendenti ma lei li rifiutò tutti finché uno di loro, Lavinto re di Tuenno, non si rassegnò e quando le sue offerte vennero respinte per l’ennesima volta, mandò un esercito contro Ragoli nel tentativo di indurre Tresenga a più miti consigli.

L’articolo completo è su ScubaZone 59

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


*