Una discesa nel Maelström

pubblicato in: News | 0

Eccoci al leggendario vortice Corrywreckan. Quante volte da bambino ho ascoltato con ansia storie di barche risucchiate negli abissi col loro sfortunato equipaggio. La mia fantasia correva libera verso paesaggi che non sapevo neppure dove fossero. Ma non potevo immaginare che un giorno mi ci sarei immerso!

Rod 2brid

Il vortice Corrywreckan, il terzo più grande al mondo, si forma nel golfo omonimo, in uno stretto di circa ½ miglio di larghezza tra le isole di Iura e Scarba, lungo la costa occidentale scozzese, a sud di Oban. È forse la via d’acqua più temuta di tutte le acque britanniche: quando il vortice entra in azione è molto pericoloso trovarsi nello stretto, tanto che la Royal Navy lo classifica come non navigabile. La corrente può raggiungere i 16 nodi, onde alte oltre 3 m rivelano che deve esserci qualcosa là sotto. È come se tutto l’Atlantico volesse infilarsi nel ½ miglio dello stretto.

Nel golfo, verso il lato di Scarba, un pinnacolo risale dai 200 m di fondo fino a 30 m di profondità, con un cappello ampio circa 30 m. È il pinnacolo che fa rompere le onde, e che produce fortissime correnti verso il fondo, una vera cascata che trascina verso l’abisso. In pochissimi hanno fatto immersione qui, anche gli scienziati non hanno mai ottenuto i permessi necessari.

Per l’articolo completo leggete Scubazone 42

Lascia una risposta


*